Non sono ancora iscritto, vorrei registrarmi
Banner
articolo letto 352 volte

Forum della Comunicazione 2018 è successo. Nasce For#Uman Community.

11 Giu 2018

-Milano, 8 giugno 2018 – Circa 1.200 iscritti; 30 aziende partner; oltre 100 relatori tra opinion leader, imprenditori, top manager e giornalisti; 16 sessioni di lavoro tra keynote speech, workshop, dibattiti, e sessioni plenarie.

Sono questi i principali numeri del Forum della Comunicazione 2018, l’undicesima edizione del principale appuntamento italiano della comunicazione pubblica e d’impresa, organizzato da For Human Relations, l’organizzazione che gestisce la prima Business Community cross-mediale italiana.

Il filo conduttore del Forum è stato il tema delle #OpportunitàAumentate. Nell’epoca in cui la società civile assiste alle nuove sfde offerte dall’intelligenza artifciale, dalla realtà aumentata e dalle tecnologie esponenziali, occorre comprendere quali sono le opportunità offerte dalla trasformazione digitale e dai relativi cambiamenti annessi. Questo processo di "revisione" pone diversi interrogativi su quanto l’Uomo, con la sua intelligenza, riuscirà a trarne vantaggio, non solo per il proprio business, ma soprattutto per le condizioni di vita future.

Nello stesso contesto, For Human Relations ha annunciato la nascita dell’Associazione For Human Community che si pone l’obiettivo di diffondere, nelle organizzazioni e nella vita pubblica del Paese, una nuova cultura della comunicazione e del lavoro. For#Uman Community è il network indipendente, utile a creare connessioni e contenuti aggregando persone e idee, istituzioni e organizzazioni, con l’obiettivo di condividere esperienze e sviluppare processi di innovazione che valorizzino l’Uomo.

alt

alt



I momenti salienti del Forum della Comunicazione 2018 con alcune dichiarazioni dei protagonisti.

alt


Dopo i saluti di apertura da parte di Fabrizio Cataldi, Founder & Chairman For Human Relations, il #forumcom18 è iniziato ufficialmente con il Keynote Speech dal titolo Come diventare un Experience Maker.

Il nuovo ruolo del marketing nell’era digitale a cura di Annasara Bonandrini, Marketing Managr Italy, Iberica, Campaign Manager EMEA, Marketign Cloud Adobe che ha affermato: “Sono felice di aver avuto l’opportunità di illustrare a una platea attenta e informata quella che secondo Adobe è tra le opportunità più rilevanti per i professionisti della comunicazione e del marketing del nostro tempo, ovvero di poter agire come creatori di esperienze al di là dello specifico ruolo e di pensare al business della loro azienda come ad un experience business. Questo è un cambio di paradigma epocale. Questo è ciò che guida la proposta di Adobe”.

I primi interventi Keynote Speech sono stati a cura del Maestro Direttore d’Orchestra Daniele Agiman, sul tema della "Creatività aumentata", e di Annasara Bonandrini, Marketing Manager Italy Adobe, su come diventare un “Experience Maker”.

alt

Annasara Bonandrini, Marketing Manager Italy, Iberica, Campaign Manager EMEA, Marketing Cloud Adobe.

alt

Daniele Agiman, Maestro - Direttore di Orchestra e Docente Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano

Alle ore 10:00, si è svolta la sessione Plenaria di Apertura #OpportunitàAumentate che ha visto coinvolti speaker provenienti da industry diverse (dal giornalismo alla tecnologia, dall’energy alla comunicazione d’impresa, fino alla ricerca universitaria) in una discussione incentrata sul valore delle persone come leva essenziale per la trasformazione digitale in atto, nella società e nel business.

alt

ALLE 11:15 l’intervista a Cristina Scocchia, Ceo Kiko Make Up Milano - Milano Cosmetics "INTELLIGENZA AUMENTATA, OVVERO LA CAPACITÀ DI RICONOSCERE IL VERO” condotta da Vito Sinopoli, Editore di Business People.

alt

E’ seguito poi il Talk Show #EngagementAumentato, nel quale è intervenuto Dario D’Odorico, Sales Director Italy di Indeed, il quale, a riguardo del tema delle strategie di approccio e le tecniche utili ad aumentare il coinvolgimento dei dipendenti e candidati attraverso il digitale, ha dichiarato: “Le persone scelgono prodotti ed aziende in base alla qualità delle esperienze che questi sono in grado di offrire, anche quando si parla di selezione del personale.

E’ fondamentale analizzare i passaggi funzionali ed emotivi del percorso affrontato dai candidati, per poter identificare le aree di maggiore stress, trovare soluzioni, e migliorare l’esperienza dei milioni di persone che cercano lavoro ogni mese”.

alt

Nella foto: Keynote Speech di Gianluca Bonacchi, Evangelist, Employer Insights Indeed

Alle 12:40 è andato in scena l’Innovation Speech #MappaAumentata, con la partecipazione di Maurizio Audone, Presidente e Direttore Creativo di Adverteaser che ha fornito al pubblico, insieme agli altri partecipanti della tavola, importanti indicazioni pratiche per non perdersi il meglio in un mondo ormai costellato da molteplici eventi, in una sorta di mappa del mondo 4.0. “L’impresa non è più solo un’orchestra ma la performance è fortemente influenzata dalla location, dal pubblico, dai servizi. La filiera non è più una catena. La mappa deve essere aumentata strategicamente. I mondi 4.0 richiedono un cambio di paradigma relazionale più che di tecnologia: danno un premium price a servizi ad alta densità di conoscenza. La creatività non è più sufficiente: bisogna dare un nuovo significato a improvvisazione. Il nostro approccio metodologico cambia progressivamente comportamenti, linguaggi, strumenti, narrazioni in funzione della costruzione di un hub di competenza ad alta empatia” ha affermato Maurizio Audone a margine del suo speech.

alt

E’ seguito poi il Professional Panel “Il nuovo Chief Communication Officer”, alle 13, incentrato sulle evoluzioni e i cambiamenti relativi alle nuove funzioni e i nuovi ruoli dei comunicatori nello scenario mediatico attuale.

Condotto da Alessandra Mazzei, Direttore Osservatorio Employee Relations and Communication Università IULM

Sono intervenuti: Luca Pacitto, Head of Brand Marketing & Communication Fastweb
Alessandro Papini, Head of Events Communication Regione Lombardia / Ferpi - Federazione Relazioni Pubbliche Italiana
Massimiliano Trisolino, CSO/Chief Strategy Officer Connexia

Massimiliano Trisolino, Chief Strategy Officer di Connexia ha così commentato i principali temi dell’incontro “In uno scenario in continua evoluzione e in grandissimo fermento sono davvero tante le sfide che il "nuovo" Chief Communication Officer è chiamato a governare. Big & small data, tecnologie esponenziali, marketing automation, social communication, influencer strategy, blockchain, sono alcuni degli ambiti in cui il CCO oggi deve sapersi confrontare, senza contare le rivoluzioni dell’ecosistema del comparto agenzie, dove il confine tra creatività e consulenza è sempre più sottile”.

alt

Alle 14.30 è stata la volta del Talk Show #CittàAumentata dedicato all’ecosistema digitale e le infrastrutture utili ad ampliare i servizi alle persone nelle città del futuro.

Il Talk è stato condotto da Gian Luca Spitella, Direttore Comunicazione di Utilitalia che ha dichiarato: “Insieme all’evoluzione digitale che ha riguardato la comunicazione e le abitudini dei cittadini, c’è l’evoluzione delle città. I centri urbani, specie i più grandi, sono il nucleo dello sviluppo. In superficie le nostre abitudini sono già cambiate, con la mobilità elettrica, le applicazioni che ci consentono di mappare il territorio, la sharing economy che va dall’affitto di auto e scooter allo scambio di abitazioni. C’è poi uno sviluppo del suolo e del sottosuolo. Le strade diventano intelligenti e raccolgono dati, le reti idriche ed energetiche e le fibre ottiche diffondono e raccolgono informazioni. Gli attuatori di tutte queste piccole rivoluzioni sono le società di servizi pubblici, i gestori dei servizi dell’energia e dell’ambiente, che insieme a partenr pubblici e privati stanno disegnando le società del futuro”.

alt

Alle 15:30 c’è stato l’Innovation Speech #RealtàAumentata “VR/AR, dalle parole ai fatti, dal gioco al business” con il Keynote Speech di Marco La Rosa della Direzione Generale Operations di TT Tecnosistemi, che a margine del suo intervento ha commentato: “Grandi opportunità per le aziende derivanti da soluzioni e piattaforme di realtà virtuale: Comunicazione e Marketing, Training e Manutenzione, Prototipazione e Produzione sono solo alcuni dei settori che saranno fortemente impattati da queste tecnologie nel futuro ormai prossimo. Ciò che serve oggi alle aziende è però una maggiore propensione alla sperimentazione ed all’investimento: in altre parole non è più possibile aspettare il consolidamento di tecnologie e soluzioni prima di poterle applicare ma è necessario prendersi dei rischi ed accettare anche i possibili errori, pena rimanere indietro ed anche uscire dal mercato”.

alt

I Workshop e gli Executive Circle del Forum della Comunicazione 2018

In parallelo al programma delle sessioni principali, anche l’edizione 2018 del Forum della Comunicazione ha incluso diversi workshop tematici:

Alle 11:15 c’è stato il Main Workshop #InformazioneAumentata, condotto da Nicola Perrone, Direttore dell’agenzia DiRE, nel quale si è discusso del valore delle conversazioni online per i brand che vogliono prendere decisioni strategiche partendo da dati reali, e come il monitoraggio e l’analisi delle conversazioni online può essere utilizzato dai diversi dipartimenti per diversi casi d’uso, dalla protezione del brand, allo sviluppo di prodotti più in linea con le esigenze dei consumatori, alla misurazione del successo della campagne marketing.

In questo contesto, Arnaud Steinkuhler, Head of Solutions Europe di Talkwalker, riferendosi al tema dell’ascolto della rete, afferma che: “Al giorno d’oggi è fondamentale riuscire a raccogliere e analizzare le informazioni testuali e visive generate online, per sviluppare una strategia di comunicazione data-driven. Queste informazioni permettono di analizzare al meglio la presenza di un brand, di un prodotto o di un servizio online, oltre a fornire preziosi insight sui consumatori in termini di comportamenti, gusti, aspettative, ecc. Le organizzazioni più innovative scelgono di ascoltare la rete e analizzare le conversazioni social per rispondere a diverse esigenze come proteggere tempestivamente la reputazione del brand in caso di crisi, misurare l’efficacia delle attività PR o ottimizzare le performance delle campagne digital, e si pongono come obiettivo quello di sviluppare un nuovo approccio ai social media data condiviso da tutti i dipartimenti aziendali.”

alt

Alle 14:30 è stata la volta del Workshop #ComunicazioneAumentata con un’analisi delle nuove abitudini d’acquisto dei consumatori, tra negozi fisici e online shopping. All’interno di questa sessione è previsto anche un Keynote Speech di Albert Antonini Mangia, Marketing Manager di Alibaba Group Italia.

alt

L’ultimo Workshop della giornata, dal titolo #PartecipazioneAumentata, è stato tutto dedicato alle relazioni umane, tra reale e virtuale, nei settori del Turismo e degli Eventi.

All’incontro ha partecipato anche Flavio Ventre, Founder e Managing Partner di GoApp – Digivents che ha affermato: “I numeri parlano chiaro: l’83 per cento della popolazione possiede uno smartphone che utilizza per la gestione dei diversi aspetti della vita quotidiana, dall’organizzazione delle vacanze allo sviluppo delle relazioni. Potrà sembrare dunque che il virtuale e il digitale ci allontanino dalle relazioni umane. In realtà lo strumento digitale è solo un supporto affinché la comunicazione, come ad esempio succede nel mondo degli eventi, non sia più unidirezionale ma bilaterale. E soprattutto, aiutano a misurare il numero e la qualità delle relazioni instaurate e delle azioni intraprese. Digitale, virtuale e umano sono quindi giocatori della stessa partita”.

alt

Il Forum della Comunicazione 2018 ha dato spazio anche a due Executive Circle, un format ormai consolidato della manifestazione, che prevede un brainstorming a porte chiuse al quale partecipano stakeholder selezionati tra professionisti del settore, decision maker di aziende e istituzioni, creativi e innovatori in diversi settori di business.

L’Executive Circle #RelazioniAumentate, condotto da Simone Dattoli, AD di Inrete Relazioni Istituzionali e Comunicazione, è stato animato da un nutrito gruppo di manager che si sono confrontati sui principali temi legati al lobbying, alle relazioni istituzionali, alla comunicazione esterna e marketing, di grandi imprese pubbliche e private. "Il dibattito che si è sviluppato oggi attorno al tema delle "relazioni aumentate’ ha messo a confronto il punto di vista di figure professionali diverse dell’ambito public affairs, comunicazione e marketing, e ha consentito di raccogliere autorevoli spunti di riflessione su di un fenomeno che è già parte integrante delle nostre vite lavorative”.

Ha commentato Simone Dattoli al termine dell’incontro. "La pervasività del nuovo modello di relazione, dettato dall’utilizzo sempre più ampio di strumenti digitali, impone un ripensamento delle professionalità, degli strumenti e, più in generale, del paradigma della comunicazione, indispensabile per poter cogliere tutte le opportunità di un mondo dominato dall’immediatezza. Nella ricerca di un balance tra approccio classico e aumentato alla comunicazione, pur con le differenze emerse nel dibattito, alcuni concetti chiave come la qualità delle relazioni e dei contenuti o la creazione di senso come base di consenso, rimangono spunti di riflessione a cui gli scenari futuri daranno risposta”.

alt

Nel pomeriggio si è svolto l’Executive Circle #ConnessioniAumentate, condotto da Linda Bulgheroni, AD di Weber Shandwich, sul tema: LE CONVERGENZE DIGITALI TRA MARKETING E ADVERTISING.

Nella tavola rotonda si è svolto un confronto interattivo tra Direttori della Comunicazione provenienti dalle principali aziende e multinazionali come Microsoft, Chefaro Pharma, MSD, Hydac, Fastweb, Sorgenia, Goldenpoint, Fini, Foodora, Alcatel-Lucient, Ubi Banca, Pirelli Tyre.

alt

L’undicesima edizione del Forum della Comunicazione ha affrontato alcuni dei più importanti temi legati all’innovazione in campo tecnologico, e come i nuovi strumenti messi a disposizione dal progresso andranno ad influire sempre di più sul modo in cui oggi comunichiamo, sia nel pubblico che nel privato. Le opportunità offerte dall’innovazione sono innegabili, in termini di strumenti di marketing e di relazioni aumentate, e in questo ambito il Forum è servito a tutti i partecipanti a porre le basi per una nuova cultura del digitale e l’utilizzo cosciente dei dati nella società e nel business” ha affermato Fabrizio Cataldi, Founder & Chairman di For Human Relations, alla chiusura dei lavori del Forum della Comunicazione 2018.

alt


Per maggiori informazioni sul Forum della Comunicazione 2018:

alt


Non ci sono ancora commenti
Effettua il login o registrati per poter pubblicare i tuoi commenti in tempo reale.
busy