Non sono ancora iscritto, vorrei registrarmi
PDFStampaE-mail
articolo letto 4568 volte

Il profilo ufficiale @romacapitaleTW diventa l’HUB di tutta la comunicazione di Roma Capitale.

02 Mag 2012

- Lo sviluppo sempre più pervasivo dei social network e la necessità da parte dei cittadini di interagire con la pubblica amministrazione in modo sempre più trasparente ed immediato lancia una sfida epocale ad enti ed istituzioni che in Italia, purtroppo, ancora stenta ad essere accolta nel suo pieno significato.

Sono molti i profili attivi di enti ed istituzioni su facebook, twitter, ma pochissimi i casi in cui gli stessi social network vengono vissuti non semplicemente come l’ennesimo canale sul quale la comunicazione istituzionale deve veicolare messaggi, ma come l’opportunità per trasformare radicalmente il modello relazionale con i cittadini, il linguaggio e i tempi della comunicazione.

Le ragioni di questo gap sono da attribuirsi alcune volte alla sottovalutazione del fenomeno, molte volte alla mancanza di coraggio e risorse che si traducono in continuo rinvio.

In questo scenario, con l’apertura del nuovo profilo ufficiale su twitter @romacapitaleTW, Roma Capitale si può annoverare tra i pionieri di questa rivoluzione. Come afferma Luigi Di Gregorio, Direttore della Comunicazione: "Nel perseguire gli obiettivi tradizionali di informazione e comunicazione con i cittadini il nostro profilo Twitter è pensato non come un altro canale, ma come un vero e proprio HUB della comunicazione di Roma Capitale. Oggi se voglio essere informato su un servizio erogato da Roma Capitale devo andare sul portale e cercare le pagine dedicate; se voglio avere informazioni su una mostra o un evento devo visitare le pagine culturali o quelle del sito di Zètema, piuttosto che quelle del Macro o dell’Auditorium; se voglio avere informazioni sul trasporto pubblico e sulla mobilità ho a disposizione i siti di ATAC, di Agenzia della mobilità e così via. Tutte queste informazioni saranno fornite dal nostro profilo Twitter".

Un progetto sicuramente da seguire, che in pochissimo tempo ha già raccolto l’adesione spontanea di 900 follower e per il quale è stata istituita una redazione che coordina le numerosissime fonti costituite da oltre 600 persone tra addetti stampa e redattori.

L'auspicio è che si affermi come una best practice da replicare in altri contesti e che i valori della trasparenza e del coinvolgimento attivo dei cittadini diventino il modus operandi di tutta la pubblica amministrazione.

Non ci sono ancora commenti
Effettua il login o registrati per poter pubblicare i tuoi commenti in tempo reale.
busy